Home

Teaser "Donne nella Scienza"


Donne nella scienza. Interviste possibili ed impossibili alle donne di scienza dall’antichità ai giorni nostri

Il portale "Donne nella scienza" fa parte del progetto "Donne nella scienza. Interviste possibili ed impossibili alle donne di scienza dall'antichità ai giorni nostri", cofinanziato dal Ministero dell'Istruzione, dell'Università e della Ricerca (Progetti annuali di diffusione della cultura scientifica - Legge 6/2000, bando 2012).
Dedicato ad alcune grandi donne, soprattutto italiane, che si sono distinte in ambito scientifico e tecnologico, dall’antichità ai giorni nostri, racconta biografie, scoperte, quadro del contesto storico in cui vivono o sono vissute, per scoprire la realtà della condizione femminile in relazione agli studi scientifici, i modelli e gli stereotipi che ne hanno condizionato l’esistenza, le curiosità, le interviste che siano di esempio per le giovani che decidono di intraprendere gli studi scientifici.

A chi si rivolge

Il portale vuole il coinvolgimento degli insegnanti, maschi e femmine, perché propongano una scienza libera da condizionamenti di genere. Di studenti, ma anche di esperti, facilitatori, dottorandi, ricercatori, nonché biblioteche, musei e centri di studio per favorire il pensiero che la scienza e la tecnologia possono trarre rilevanti benefici se le discipline sono aperte ad entrambi i generi, senza segregazioni forzate o stereotipate divisioni di ruoli.

Obiettivi

Il portale si pone come obiettivo di:
  • Favorire la partecipazione delle ragazze alle attività di studio e ricerca e diffusione in ambito scientifico e tecnologico dei processi di gender mainstreaming
  • Abbattere gli stereotipi che vedono le ragazze inadatte alla scienza perché inclini ai sentimenti
  • Abbattere il pregiudizio secondo cui le scienze sono saperi avulsi dai sentimenti e per tal motivo distanti, se non antitetici, rispetto ai saperi umanistici
  • Facilitare un processo di empowerment grazie all’accesso a ruoli decisionali, favorito dalla maggior autostima delle donne nell’affrontare carriere prima considerate di pertinenza maschile
  • Valorizzare il punto di vista femminile come possibilità di fornire all'azione scientifica un impulso nuovo, creativo, partecipando alla definizione degli obiettivi e proponendo piste di ricerca innovative

Percorsi di navigazione

  • Protagoniste di ieri: Laura Bassi Veratti, Ipazia d’Alessandria, Trotula De Ruggiero, Margherita Hack, Maria l’Ebrea, Rita Levi Montalcini e Anna Morandi Manzolini sono le protagoniste del passato. Di ogni scienziata viene fornito un profilo descrittivo che consente all’utente di comprendere pienamente l’importanza che tali donne hanno avuto in ambito scientifico e tecnologico.
  • Protagoniste di oggi: Ilaria Capua, Maria Caramelli, Elena Cattaneo, Samantha Cristoforetti, Caterina Falleni, Fabiola Gianotti, Francesca Pasinelli, Sandra Savaglio, Lucia Votano sono le eccellenze femminili che oggi fanno la differenza nella scienza e nella tecnologia. Una serie di ritratti concisi e significativi per capirne l’importanza.
  • Contesto storico: quadro generale del contesto storico necessario per comprendere l'evoluzione del ruolo femminile dall'antichità ai giorni nostri, a partire dall'ingresso delle donne nel mondo accademico fino all'ottenimento di ruoli di prestigio internazionale.
  • Aree di interesse: un’area dedicata ai diversi ambiti di studio in cui le donne si sono distinte, per conoscere le protagoniste a partire dalle materie che sono state il loro principale oggetto di studio.
  • Interviste impossibili: interviste alle protagoniste di ieri, per capire il loro amore per la ricerca, la loro determinazione nel superare gli ostacoli, il loro essere un esempio per l'abbattimento degli stereotipi di genere. Le risposte sono il frutto di un lavoro di ricerca su ciascun personaggio.
  • Professioni del futuro: interviste a testimoni d'eccezione sulle potenzialità delle professioni del futuro. Dando voce alla loro esperienza, vogliono essere di ispirazione per le nuove generazioni.