Sandra Savaglio
Sandra Savaglio
L’astrofisica cosentina Sandra Savaglio, 45 anni, dopo il dottorato in fisica all’Università della Calabria, è Fellow e Senior Research Scientist presso lo European Southern Observatory (Monaco di Baviera), la Johns Hopkins University e lo Space Telescope Science Institute (Baltimora). Per la sua ricerca utilizza i più potenti telescopi ottici, infrarossi e ultravioletti (Very Large Telescope, Hubble Space Telescope, Spitzer Space Telescope, Herschel).
Specializzata nell’astrofisica delle galassie distanti, dell’arricchimento chimico dell’universo e dei fenomeni esplosivi, vanta oltre centoventi pubblicazioni in riviste internazionali, in qualità di autrice o coautrice. Nel 2004 appare sulla copertina della rivista americana Time come simbolo della fuga die cervelli europei negli Stati Uniti. Nel 2006 pubblica insieme a Mario Caligiuri un libro-denuncia sul mondo della ricerca in Italia. Attualmente lavora in Germania, all’Istituto Max-Planck per la Fisica Extraterrestre, nel Polo europeo di maggiore valore nel campo dell’astrofisica. Ha insegnato astrofisica alla Johns Hopkins University a Baltimora, l’Università della Calabria e l’Università Tecnica a Monaco di Baviera.

© ilsole24ore.com - 2013

Il contributo video

Sandra Savaglio Interview (Extreme Universe Laboratory, SINP MSU)
Fonte: Extreme Universe


Le interviste


L'articolo

«Lascio il Max Planck e torno nella mia Calabria. Da noi ci sono migliori risorse umane»
L’astrofisica Sandra Savaglio era finita sulla copertina di Time come simbolo della fuga dei cervelli
Fonte: corriere.it/scuola